Vov Zabaione

11,10

E’ un liquore allo zabaione nato a Padova nella prima metà dell’800 dalla fantasia di Gian Battista Pezziol, un pasticcere di Padova specializzato nella produzione di torroni. Per smaltire l’eccessiva quantità di uova un giorno decise di miscelare i tuorli delle uova con del Marsala e lo zucchero creando così quello che tutti oggi conosciamo come Vov, il primo liquore allo zabaione. Può essere utilizzato per diverse occasioni sia per la preparazione di cocktail o guarnire deliziosi dessert o consumato freddo con ghiaccio. Di un corposo colore giallo, l’odore è intenso di zabaione, caramello e vaniglia. Il gusto è pieno, cremoso e rilascia una gradevole sensazione di dolcezza al palato con un leggero tocco alcolico.

Categorie: , Tag: ,

Descrizione

Il VOV è stato inventato nel 1845 da Gian Battista Pezziol, un pasticcere padovano specializzato nella produzione del torrone, che richiedeva solo gli albumi. Pezziol decise di utilizzare i restanti tuorli d’uovo con vino marsala, alcool e zucchero, per realizzare una sorta di liquore zabajone e bevanda energetica tonica molto in voga all’epoca. Nel 1856 il successo commerciale del nuovo liquore era già notevole e Pezziol ricevette una medaglia d’argento per la qualità della bevanda. Lo stesso anno VOV fu presentato alla corte di Vienna (Padova era all’epoca parte del regno austriaco), dove l’arciduca lo apprezzò molto e rilasciò un solenne brevetto con l’aquila reale a due teste. Durante la seconda guerra mondiale, per le sue proprietà energizzanti Vov veniva fornito alle truppe impegnate in combattimento con il nome di VAV2 (Vino Alimento Vigoroso). La bevanda raggiunse il suo apice a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, quando ebbe numerose imitazioni e concorrenti, di cui oggi sopravvive solo Zabov delle Distillerie Moccia. Negli anni ’80 e ’90, a causa della forte esterofilia nelle abitudini alimentari dei giovani, e dell’arrivo delle prime bevande energetiche gassate straniere, VOV conobbe un periodo di declino. Tuttavia, è sopravvissuto grazie alla domanda sempre presente nei bar e nei pub delle località di sport invernali. Le radici padovane del prodotto si sono via via perse: la produzione è stata spostata prima a Pozzilli e nel 2012, dopo l’acquisizione del marchio e della ricetta da parte di Molinari Spa, alla Torino Distillati di Moncalieri. Negli ultimi anni VOV ha conosciuto un revival grazie a un cocktail, il bombardino, di cui è il componente chiave; torna di moda, soprattutto sulle piste da sci, e la tendenza generale a rivalutare gli storici cibi e bevande della tradizione italiana. L’attuale proprietà ha espresso l’intenzione di approfittare del momento positivo per un rilancio del prodotto.

Il Brand Vov

La bottiglia cilindrica in vetro bianco di VOV, presente fin dall’inizio, è diventata progressivamente un’icona del mondo liquoristico italiano. Durante la seconda guerra mondiale, periodo in cui la produzione di VOV era rivolta quasi esclusivamente ai militari come VAV2, per comodità di trasporto il liquore veniva confezionato in scatole di cartone sigillate. Attualmente il prodotto è confezionato in una bottiglia di comune vetro trasparente ricoperta da un foglio di plastica bianca, che imita la tradizionale bottiglia di vetro bianco, ma oltre ad essere meno pregiata, questo pone problemi sul corretto smaltimento e riciclo dei materiali. L’etichetta, molto tradizionale e immutata da decenni, è dominata dall’iconico “Vov” tridimensionale giallo su sfondo blu, sovrapposto a una stilizzazione della Basilica di Sant’Antonio da Padova. Il produttore consiglia il liquore come bevanda corroborante, sia caldo come tonico, sia refrigerato o addirittura ghiacciato come granita (frozen Vov). Il suo sapore è paragonabile allo zabajone, ma è più fluido e con una maggiore gradazione alcolica, il che lo rende adatto ad accompagnare molti tipi di dessert, anche come guarnizione. Spesso compare nelle ricette del gelato allo zabaione.

Informazioni aggiuntive

Capacità (l)

Formato

Bottiglia

Gradazione alcolica (%)

17,8

Provenienza

Veneto

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vov Zabaione”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Hai domande su Vov Zabaione?